Nanochromis dimidiatus

Nanochromis dimidiatus è senza ombra di dubbio, un altro meraviglioso esponente dei piccoli Ciclidi dell’Africa Occidentale, considerato, a ragione, uno tra i più belli in assoluto per colori della livrea.
La colorazione infatti, si presenta di un bel rosso-arancione particolarmente intenso, molto appariscente, il fatto che poi, una volta adulti questi pesci non si sviluppano oltre i 7-8 cm di lunghezza ne fanno un motivo in più per essere ospitati, con maggiore successo, nelle vasche degli appassionati.
Le femmine rimangono un poco più piccole dei maschi, di 2 cm circa, e sono inoltre facilmente distinguibili nel dimorfismo sessuale, perchè le femmine presentano una piccola macchia scura, rotonda, in prossimità della terminazione della pinna dorsale, oltre ad una macchia, molto piccola e bianca sul ventre, molto vicina alla pinna anale.
Sempre sulla pinna dorsale delle femmine, si riscontrano altre minuscole macchie lungo il bordo, che formano una striscia luminosa.

Il corpo di Nanochromis dimidiatus è piccolo, affusolato, le pinne idronamiche risultano ben sviluppate in proporzione, la caudale è più arrotondata nel maschio, e sempre in quest’ultimo la dorsale e la pinna anale terminano con sottili prolungamenti filamentosi, assenti nella femmina.
Il capo è corto, le labbra spesse e robuste, le pinne ventrali sono graziosi filamenti bianchi più prolungati nei maschi, e sull’opercolo branchiale si trova una piccola macchia dai riflessi metallici, luminosi, dorati.
La parte superiore del corpo risulta appena più intensa della parte inferiore, per quanto riguarda la bella colorazione.
Anche in questo caso, e spesso per quanto riguarda i Ciclidi, nonostante le piccole dimensioni raggiunte da Nanochromis dimidiatus in età adulta, la vasca non deve essere di dimensioni modeste.
Penso sia sempre un vantaggio comunque, quando un pesce rimane di piccola taglia, si rende possibile il suo allevamento anche in vasche impensabili per altre specie.
Ho sempre cercato poi, per quanto possibile, di inserire nelle vasche che ho avuto, pesci la cui taglia potesse trovare ampio spazio nella capienza della vasca stessa.
È importante che l’arredamento della vasca presenti numerosi nascondigli, piccoli anfratti rocciosi, ideale una fitta vegetazione, una piccola giungla subacquea.
Sempre a dispetto della piccola taglia, Nanochromis dimidiatus è capace di manifestare una forte aggressività anche verso esemplari della stessa specie, addirittura anche verso la femmina, anche se questa risulta sua compagna.
Le ferite che può causare possono essere anche letali, quindi risulta indispensabile attrezzare la vasca con numerosi nascondigli, e la ricca vegetazione aiuta nell’obiettivo.
Importante per una buona riuscita nell’allevamento un’acqua acida, particolarmente pulita, è sempre buona norma da rispettare in ogni acquario, ma in taluni casi è più importante che in altri, quindi attenzione ad un corretto filtraggio.

La deposizione delle uova avviene negli anfratti che mettiamo a disposizione nella vasca, le cure parentali coinvolgono entrambi i genitori, specialmente la femmina che si dimostra particolarmente solerte nella cura dei piccoli.
Nanochromis dimidiatus ha le sue esigenze, come è giusto che sia è l’appassionato che deve cercare di fornire al meglio tutte le ideali condizioni, osservando, imparando giorno dopo giorno, dal comportamento dei pesci.
Pesce bellissimo, avere esemplari di questa specie nel proprio acquario è un regalo che la Natura ci concede.
La sua reperibilità non è così semplice, ma sempre per esperienza, con un pizzico di pazienza sono sempre riuscito a cercare e trovare negozianti capaci e ben lieti di accontentare i propri clienti.
Non dimentichiamo per Nanochromis dimidiatus una dieta varia, ben bilanciata, proporzionata.
Reperire il giusto cibo per una corretta alimentazione dei pesci certamente non è così complicato come la reperibilità di alcune specie.